PARCO GIARDINO SIGURTA’: IL POSTO PIU’ BELLO PER I WEEK END DI PRIMAVERA

Il sole, i primi fiorellini, l’ora legale  portano con sé una gran voglia di stare all’aperto. Chi non desidera fare una bella corsa sui prati, rilassarsi al sole o fare un pic-nic con gli amici. Se poi si hanno dei bambini, stare all’aperto è una vera e propria esigenza e una salvezza per noi genitori .

Se siete alla ricerca di un bel parco da visitare, vi consiglio il Parco Giardino Sigurtà, un’oasi di 600.000 metri quadrati a due passi da Verona, premiato come il secondo parco più bello d’Europa.

Noi ci siamo stati quando Filippo era più piccolo e lo abbiamo trovato  veramente spettacolare!!

Sigurtà è un Parco dove non vi annoierete sicuramente tra i tanti punti di interesse, il grande tappeto erboso dove giocare e i numerosi eventi.

Tra i tanti appuntamenti in calendario, i concluderà con il mese di aprile Tulipanomania, la sfida a colpi di click, per immortalare queste meravigliose fioriture. A maggio vi aspettano però altri imperdibili eventi: si tratta di Rosatrucco, una giornata all’insegna delle rose, che verranno disegnate anche sui volti dei visitatori dagli artisti dell’Italian Body Painting Festival. Il 18 maggio, invece, potrete assistere a “Mille Miglia”, la sfilata di auto d’epoca e a giugno lo Show per i bimbi, un’intera giornata in loro onore, con truccabimbi, bolle di sapone, clown e tanti spettacoli.

Ecco qui alcuni dettagli su come visitare il parco e quali punti d’interesse non farsi sfuggire.

Come visitare il parco?

Per visitare il parco ci sono varie soluzioni:

  • A piedi: potrete infatti decidere di passeggiare all’interno del parco, esplorando le varie zone e scoprendo i differenti punti d’interesse;

  • Con il trenino: percorrerete , in circa 35 minuti, un sentiero di 6 km, accompagnati da una voce guida (italiano, inglese e tedesco), che vi racconterà i segreti del Parco;

  • In bicicletta: potete scegliere di portare la vostra bicicletta oppure di noleggiarla direttamente al parco (ci sono anche biciclette con seggiolino per bambini oppure bici per i piccoli di casa) al costo di 3 euro l’ora.

  • Con il golf-cart: un modo originale per visitare il parco e avere informazioni sulle sue attrazioni naturali grazie ad un sistema di rilevamento satellitare GPS;

  • In shuttle: visiterete in questo modo il parco accompagnati da una guida professionista .

 

 

Punti di interesse

 

  • Il viale delle rose è sicuramente uno degli elementi caratterizzanti il Parco, con le sue 30.000 rose Queen Elizabeth, Floribunda e Hybrid Polyantha

  • Il labirinto dentro al quale vi potrete divertire a cercare la strada che vi porterà alla torre, posta al centro e ispirata a quella del parco di Bois de Boulogne a Parigi. Con i suoi 2500 metri, la torre vi permetterà di vedere il dedalo dall’alto, nonché le altre attrazioni del Parco.

  • La meridiana orizzontale mostra simbolicamente il sole come sorgente di vita, attraverso un tracciato composto da una circonferenza, 64 iperboli, 32 punti e un cerchio.

  • Le piante officinali situate in un’area dove la famiglia Sigurtà ha deciso di coltivare circa 40 diverse piante dalle proprietà terapeutiche.

  • I giardini acquatici sono molto suggestivi soprattutto grazie al riflesso del torrione del Castello Scaligero negli specchi d’acqua e alle delicate Ninfee rustiche e tropicali che vi galleggiano.

  • L’eremo costruito nel 1972 dal Marchese Antonio Maffei permette al suo interno la contemplazione della statua della Madonna.

  • La pietra della giovinezza sulla quale si possono leggere le parole di vita e di speranza scritte dal poeta americano Samuel Ullman, un vero inno alla giovinezza di spirito e di cuore.

  • Il castelletto è un edificio merlato con finestre neogotiche costruito dal Marchese Antonio Maffei e che fu inizialmente adibito a “Sala d’Armi”. Nel secolo scorso il Castelletto è stato luogo di tavole rotonde e di incontri scientifici e letterari.

  • La grande quercia con i suoi quattro secoli di età è la pianta più antica del giardino. Questo albero è considerato un esemplare particolarmente interessante grazie alla perfetta armonia tra il tronco (6 metri di circonferenza) e la chioma (120 metri di circonferenza), che copre una superficie di circa 1000 mq.

  • I bossi sono la pianta più caratteristica del Parco e diversamente da quanto accade nei giardini all’italiana, dove questi siepi vengono potate, i giardinieri del Parco si limitano ad “accarezzare” la chioma dei bossi, ricavando così cespugli dalle forme particolari e bizzarre.

  • La fattoria didattica ospita asini, pecore, caprette, galline, tacchini e anatre. La Fattoria Didattica del Parco aderisce al progetto per la Conservazione e la Valorizzazione di razze avicole locali Venete, in collaborazione con Veneto Agricoltura.

  • Il grande tappeto erboso è la distesa più vasta di tutto il Parco. Nel mezzo di questo soffice manto verde si trovano i Laghetti Fioriti, circondati da un romantico Salice Piangente e da piante annuali che vengono messe a dimora a seconda delle stagioni. Tra le acque invece affiorano placide le Ninfee e gli Ibischi acquatici, tra cui guizzano vivaci le carpe giapponesi Koi, i cui colori sono “abbinati” a quelli delle ninfee.

  • Le fioriture a seconda del periodo in cui visiterete il parco potrete godere della vista di meravigliosi fiori. Marzo-aprile è il periodo dei tulipani e la loro bellezza è tale da aver creato un evento: Tulipanomania, un concorso fotografico che premierà il miglior scatto con soggetto i tulipani stessi.

 

Se siete delle insegnanti, o volete dare qualche idea alle maestre dei vostri figli per le uscite didattiche, il Parco Sigurtà offre anche numerosi percorsi didattici, differenti a seconda dell’età dei bambini, ma tutti molto interessanti.

Con tutte queste meraviglie ed eventi il Parco è un’ottima meta per qualsiasi occasione di svago!!

Parco Sigurtà
Parco Sigurtà
Parco Sigurtà
Parco Sigurtà

Mamma a bordo 2016